RIO DE JANEIRO

Bandiera Brazil

Stipata tra lussuose montagne ed immersa nella foresta di Tijuca si affaccia su spiagge incantevoli ed è denominata “la Ciudade Meravilhosa”. Rio de Janeiro, è l’orgoglio del popolo Carioca oltre che, la principale meta turistica del Brasile.

Sono le sei e venti del mattino, usciamo dall’aeroporto, fumiamo una sigaretta e come sempre ci domandiamo: e adesso? ..e adesso andiamo a bere un “cafezinho” e poi cercheremo il modo di raggiungere la città.

 L’avventura è iniziata bene, un ragazzo all’aeroporto, ci ha offerto di alloggiare in un appartamento centralissimo a Copacabana sull’ av. de Nossa Senhora de Copacabana e ci siamo sistemi proprio dietro il famoso Copacabana Palace. Il primo impatto è stato il tratto di strada durato circa 30 minuti verso il centro passando attraverso le fatiscenti “Favelas”.

Arrivati a Rio, siamo stati subito conquistati dall’incredibile fascino della città, tanto da rimanerci per ben undici giorni. Il tempo minimo per vivere e godere degli scenari e dell’allegria della città e per programmare il nostro lungo giro intorno al Brasile.

P1190383

P1190377

Rio è bellezza, fascino, ritmo, armonia, musica, ricchezza, povertà, allegria, tristezza, caipirinha e  “filo interdentale”, il famoso costume da bagno e tutto incredibilmente incastrato in scenari mozzafiato. La religione è per l’80% Cattolica e 100% Futebol !

La “zona sul” è la zona dove si concentrano le più interessanti attrazioni della città.

Il centro comprende le zone di Gloria, Catete e Flamengo, luoghi storici della città dove si trovano musei, chiese e piazze con bellissimi palazzi.

P1190689

P1190775

Nel quartiere Lapa, sono presenti la cattedrale e l’antico acquedotto, o meglio conosciuto come l’arco de Lapa, dove si svolge la vivace vita notturna;

P1190566

P1200294

P1200358

l’affascinante quartiere storico di Santa Teresa sulle colline sopra il centro, raggiungibile con un vecchio tram aperto che passa proprio sopra l’arco de Lapa. Il quartiere vanta belle case coloniali e alcuni tra i più bei murales della città.

P1200684

P1200794

P1200800

P1200805

dalla spiaggia di Botafogo  si ammira uno degli spettacolari scenari della città,  il Pão de Açúcar, .

P1190508

P1180892

P1180918

P1180938

P1180856

La famosa Copacabana cuore del turismo internazionale

P1180917

P1180802

P1180814

i disegni a mosaico presenti in tutta la città, il più bello è sicuramente quello di Copacabana.

P1180820

Ipanema, la spiaggia più “in” della città e luogo dove è nata la Bossa Nova.

P1200584

P1190081altro aspetto cul – turale della ciudade meravilhosa!

P1200601

P1200604

Proprio in un locale di Ipanema il “Veloso”, è stata composta la famosa “Garota de Ipanema” (la ragazza di Ipanema), scritta dal poeta Vinicius de Moraes e composta da Antonio Carlos Jobim ed è forse il brano di bossa nova  più famoso al mondo. Il poeta vedeva tutti i giorni passare la stessa bellissima ragazza, se ne innamorò e scrisse la poesia e l’amico musicista, leggendo di questo amore, compose una delle più belle melodie al mondo.

P1200155

Dietro Ipanema si trova la Laguna Rodrigo de Freitas dove i Carioca possono fare lunghe passeggiate, andare in  bicicletta e fare svariati sport acquatici come il canottaggio e lo sci nautico (!).

P1190356

Il Jardin Botanico altra zona residenziale che collega la collina di Gavèa  all’immensa favelas de la RocinhaP1200040

per terminare con il luogo che tutto sovrasta e ben visibile da tutta la città: il Corcovado la montagna che ospita la gigantesca e protettrice statua del Cristo Redentore.

P1190515 

P1190428

La “zona Norte” ospita invece altri due templi sacri: il tempio del Carnevale, il Sambodromo, un palco lungo 600 metri e centro dell’azione dove le più importanti scuole di Samba della città sfilano con i carri durante i cinque giorni di carnevale e la Ciudade de Samba, il luogo dove gli artisti costruiscono tutto l’anno i magnifici carri per il Carnevale.

GSC_2324

L’altro ed il più amato: il tempio del Futebol, il Maracanà, lo stadio più grande del mondo in grado di ospitare 250 mila spettatori. Anche se non siamo due appassionati di calcio non abbiamo resistito ad andare a vedere una partita del Flamengo (squadra di Rio e, una delle più importanti del Brasile) e il Nautico del Pernambuco (finita 1-1).

P1190348

…e per l’appunto, nel 1985 si svolse un grandioso evento musicale in Brasile;  il “Rock in Rio” e, per la prima volta, una rock band occidentale si esibiva in queste terre lontane. Furono proprio i Queen i pionieri e l’evento fu così importante che 250 mila brasiliani riempirono il Maracanà.

P1200488

P1200513

Anche paradisi come questo non vengono meno ai problemi della povertà. Le “Favelas”, le baraccopoli accatastate sulle colline della città, come la più grande del sud America “la Rocinha”, scoperta grazie alla nostra simpatica amica Carmen, sono a contatto con le lussuose aree della “zona sul” dando l’esatta situazione del gap tra ricchezza e povertà. Rio è considerata una città molto pericolosa, ma a nostro parere non più di altre metropoli del mondo. Non è il caso di addentrarsi soli nelle  favelas. 

P1200739

P1200745

Mentre Brasilia è la capitale politica del paese, Sao Paulo il centro economico, Salvador de Bahia il centro artistico e culturale, Rio è indubbiamente il cuore pulsante della musica, città natale della Bossa Nova e della Samba.

Un accenno all’aspetto culinario del paese. Sono moltissimi i ristoranti “al peso” che  propongono ricchi buffet e si paga appunto in base al peso del piatto. Altra delizia sono i numerosi “Sucos” sparsi in ogni angolo della città dove noi abitualmente gustavamo ottimi succhi di “Màmào” la Papaya brasiliana, per non parlare delle succulente “Churrascherie”,  ristoranti che servono differenti  qualità di carne grigliata e dove puoi continuare a mangiare per lo stesso prezzo fino a scoppiare.

Rio de Janeiro ci è piaciuta tantissimo ma è arrivato il momento di tornare nella natura e di preparaci per la prossima avventura. Si vola verso il luogo che più di tutti ci attira in Brasile:

 l’ Amazzonia, il più grande polmone del pianeta. Non perdetevi il prossimo articolo!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...