CAMBODIA

bandiera-cambogia

CAMBODIA –  Fiumi, Laghi, Foreste, Templi e tanta Povertà.

 

 

Risalire il Mekong dal Vietnam con uno sporco e rumoroso barcone di legno verso la capitale della Cambogia è un’esperienza unica. Una miriade di bambini che salutano dalle rive quando vedono passare il barcone dei falang (i turisti), anziani che si lavano nel fiume marrone, donne che fanno il bucato, villaggi galleggianti e piccole e povere house boat.

 

river-life2

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

bimba-boat

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PHNOM PENH  (la capitale)

 

Tuk Tuk a Phnom Penh

 

 

cyclo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

KMERR ROSSI REGIME, IL DELIRIO!

Era appena terminata la guerra del Vietnam quando nel paese confinante iniziava un’altra delle più terribili atrocità umane.

1975 – 1978 Regime  dei Kmerr Rossi guidati da Pol Pot, al confronto Hitler era un agnellino! Poi i Vietnamiti per fortuna sono venuti a salvarli.

 

Questo è un paese molto povero ma davvero molto interessante.

Qui ci sono i veri poveri, bambini sporchi e affamati costretti a elemosinare cibo e denaro, aprono la spazzatura per mangiare ma ti sorridono sempre.

C’è anche chi gira per la città con gli Hammer! e, come sempre, tutto è relativo.

Luxury?
Luxury?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Qui è accaduto l’inimmaginabile. Il GENOCIDIO di TRE milioni di cambogiani senza la minima pietà e con terribili torture. Follia pura dominata dal demonio, come dicono qui.  Pol Pot voleva fare un esperimento trasformando il suo popolo in esseri che non dovevano più essere…Ha cominciato con gli intellettuali e chiunque portasse gli occhiali per poi proseguire con donne, bambini, e poi indistintamente contro tutti, persino i boia si ammazzavano tra di loro…

Nessun diritto! Leggere la lista delle regole del nuovo regime dettate da Pol Pot fà rabbrividire. Cominciano tutte per No, no educazione, no religione, no sorrisi, no sapone, no matrimoni, no medicine e centinaia di altri no che riguardano tutte le comuni attività umane.

La triste visita al “Toul Sleng” la scuola del terrore nominata in seguito S21 dove avvenivano gli interrogatori e le peggiori torture mai viste e poi le fossi comuni di Choeung dove ammazzavano le famiglie uno a uno in modo che gli altri potessero vedere i propri cari morire…

 

Toul Sleng - S21
Toul Sleng – S21

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

genocide school
genocide school
The New Regime

The New Regime

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

RUSSIAN MARKET:

Qui il tempo si è fermato! All’interno del mercato coperto da lamiere si respira un’aria che porta il pensiero indietro nel tempo, una sensazione di “antico”, odori che penetrano nel profondo delle narici e non solo, atmosfera cimiteriale, bancharelle fatiscenti e raggi di sole che filtrano nel buio tra i buchi della lamiera.

 

girl1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

russian-market

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

pescivendola

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

macelleria

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SIEM REAP / ANKGOR   

Questi meravigliosi Templi risalgono al X° e  XI° Secolo, Ankgor era la città più grande del SIAM, la popolazione era di circa un milione di abitanti fino a quando un bel giorno, hanno lasciato tutto e sono andati via ma…. non si sà perché e non si sà dove.

La giungla ha letteralmente sovrastato i Templi e questo rende questo posto ancora più incantevole. Piante che sono cresciute sulle pietre, radici immense che si attorcigliano sui templi, e bassorilievi che parlano di una grandiosa civiltà.

All’interno dei templi ci si arriva con dei simpatici Tuk Tuk trainati da motorini.

 

ankgor-wat

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

tree21

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

wat2

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

roby

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

facce1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 monaci1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ele

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

wat

 

 

 

 

 

 

 

 

 

tree1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

littel-wat

 

 

 

 

 

 

 

 

 

FRIENDS – TEO e GIOVANNA

 

Siamo strafelici, ci siamo incontrati a Phnom Penh con i nostri amici Teo e Giovanna con i quali abbiamo condiviso tre giorni meravigliosi per poi rivederci a Bangkok prima della loro partenza e della nostra verso le Filippine. A presto ragazzi…è stato bello.

 

pranzo-a-phnon-penh

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

in-tour

 

 

 

 

 

 

 

 

 

VARIE DALLA CAMBOGIA

china

 

 

 

 

 

 

 

 

 

risaie1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

risaie

 

 

 

 

 

 

 

 

 

fiore-di-loto

 

 

 

 

 

 

 

 

 

littel-girl

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ragni domestici

Ragni domestici

Ragni commestibili
Ragni commestibili

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Monk
Monk

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Arrivederci dalle Filippine, ciao Amici!

 

One thought on “CAMBODIA

  1. Zio Flint, non mi colpiscono troppo le cose che state vedendo, ma mi colpisce la velocità a cui le state vedendo. La freneticità con cui cambiate panorami e odori, senza quasi il tempo di metabolizzarli. Ma, bravi, fotografate, e tutto rimarraà con voi. Vi aspettiamo (ma rivedervi quisarà più un flash per voi che per noi). Vi abbraccio fortissimo. Enrico

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...